Sondaggi politici: M5s al 21,8%, il centrodestra è maggioranza nel paese

Blog Single

I sondaggi elettorali continuano a evidenziare la crescita della Lega di Matteo Salvini e il calo costante del Movimento 5 Stelle di Luigi Di Maio. Se gli italiani dovessero scegliere tra tre poli, però, il risultato sarebbe scontato, con il centrodestra oltre la soglia del 50% dei consensi complessivi.

DA INTOPIC: Fanpage

È ormai imminente l'avvio della campagna elettorale per le Elezioni Europee di maggio e acquista una particolare rilevanza capire quali sono gli orientamenti degli italiani in relazione al dibattito pubblico. Il sondaggio realizzato dall'istituto specializzato Tecné per le reti Mediaset, ad esempio, mostra le oscillazioni del consenso dei principali partiti italiani, poco più di un anno dopo le elezioni politiche del 4 marzo 2018, che hanno determinato la composizione dell'attuale Parlamento. Se si votasse ora, la Lega di Matteo Salvini sarebbe ampiamente il primo partito, con un consenso del 32,5% degli italiani. Molto indietro il Movimento 5 stelle, ora accreditato del 21,8%, in flessione di oltre tre punti rispetto al mese scorso e di ben dieci punti rispetto al risultato delle elezioni politiche. L'area di governo, in ogni caso, avrebbe il via libera del 54,3% degli italiani.


L'opposizione continua a galleggiare, con un Partito Democratico che recupera un punto e mezzo dopo le primarie che hanno incoronato Nicola Zingaretti, ma resta al 18,8%, un dato non dissimile da quello delle ultime politiche. Cresce leggermente anche Forza Italia, ora accreditata del 12% dei voti, mentre resta più o meno stabile Fratelli d'Italia, ora al 4,6% dei consensi totali.

È molto interessante anche il dato che emerge da un'altra rilevazione, quella relativa al complesso delle tre aree politiche. Se si votasse ore, infatti, il centrodestra unito (ovvero Lega, Fdi e FI) sarebbe al 50,2% dei consensi (il 4 marzo 2018 si era fermato al 37%), il centrosinistra scavalcherebbe il Movimento 5 Stelle, raggiungendo il 23,15 contro il 21,8% del partito che al momento esprime il Presidente del Consiglio. Marginale il consenso per le altre forze politiche che non fanno parte di questi tre blocchi, invece.

 

Condividi questo Articolo: